ASTON MARTIN VANQUISH



L’Aston Martin ha ridato vita ad una leggenda, l’Aston Martin Vanquish che prende il posto della DBS.
Ha un’aria familiare, tutte le caratteristiche Aston ci sono, griglia, fari e persino la vetratura, alcuni dettagli sono spettacolari, bombatura dei passaruota posteriori, linea di cintura e cofano arcuato.
È l’anello mancante tra DBS e la One-77, ha il pianale Gen4 fatto di carbonio e alluminio che insieme alla barra Duomi nel vano motore la irrigidiscono del 30% rispetto alla DBS, monta un 6.0 lt V12 con parti nuove come: pompa di alimentazione, corpo sfarfallato più grosso, collettore d’aspirazione e doppia alzata valvole variabile, tutto ciò per portare la potenza a 573 Cv e 620 Nm di coppia.
Raggiunge i 295 Km/h con uno 0-100 in 4”,1 s , non sono numeri eccezionale quando devi vedertela con la F12 Berlinetta da 740 Cv, ma contro Bentley Continental GT e la Mercedes SLS AMG se la cava alla grande.

FORD FOCUS ST



Questa è la nuova versione della più amata Ford Focus ST, ha una nuova bocca all’anteriore che la fa sembrare pronta ad ingoiare una curva dopo l’altra, ha lo scarico centrale, monta un 4 cilindri 2.0 lt turbo più versatile da 250 Cv e 360 Nm, la vecchia aveva un 5 cilindri turbo.
Ha più potenza della rivale Golf GTI ma meno dei 265 Cv della Megane RS.
È molto più veloce, stacca lo 0-100 in 6”,5 s , la ripresa è eccezionale ed ha sempre coppia fin dai medi regimi.
Una trazione anteriore senza differenziale meccanico dovrebbe essere sottosterzante, ma non la ST, ha un handling formidabile, morbida e rilassante a velocità autostradali, con l’allestimento top di gamma è perfetta, sedili sportivi Recaro fatti su misura e supportano bene, infotainment perfetto e navigatore.

SALONE DI GINEVRA 2013



Ed eccoci di nuovo qui dopo un anno dal nostro articolo su Ginevra 2012, quest’anno l’83° Salone dell’Auto di Ginevra, che si è svolto dal 7 al 17 Marzo, ha riservato tante sorprese, come la tanto attesa erede della Hypercar Enzo di Casa Ferrari, LaFerrari (si, si chiama così con l’articolo attaccato al nome) dal costo di 1.000.000 €, con quasi 1000 Cv di potenza capaci di spingerla a circa 400 Km/h e di staccare uno 0-100 in meno di 3”s.
LaFerrari vanta anche 2 motori elettrici oltre al 12 cilindri che permettono alla Super Ferrari di ridurre le emissioni del 40%, se ci fosse stato il padiglione Green sarebbe stato lì il suo posto assieme all’altra erede di un’altra leggenda come la McLaren F1… la McLaren P1, un altro gioiellino da poco più di 1.000.000 € con una potenza di 916 Cv erogati dal V8 biturbo preso dalla MP4-12C, ha anche il KERS come la LaFerrari e arriva a 350 Km/h autolimitati.
La Mercedes ha portato una versione Eco della SL, la SL Electric Drive da 750 Cv e 500.000 € di prezzo, ha 4 motori elettrici, uno per ruota.

RADICAL SR3 SL



Si chiama Radical SR3 SL ed è veramente radicale perché vedendola per strada, si avete capito bene è una stradale infatti SL sta per “Street Legal”, potreste pensare che sia un auto da pista.
Ha due posti come una roadster, solo che per entrare devi staccare prima il volante e poi bisogna mettersi il casco, niente radio, aria condizionata e servo assistenze varie, è un auto da 770 Kg con 240 Cv che stacca lo 0-100 in 2”,7 s per una top-speed di 260 Km/h.
È estrema e folle.

MASERATI GRANTURISMO SPORT



Ragazzi questo è un esempio di stile italiano, la nuova Maserati Granturismo Sport.
Sostanzialmente è la stessa del 2007 ma questa è l’anello mancante tra la 4.2lt e l’estrema MC, monta il V8 4.8 lt della S che va a sostituire ma con 20 Cv in più ottenuti grazie alla mappatura della centralina, nuova conformazione dei pistoni e modifiche al processo di combustione.
È più incisiva della S ma meno aggressiva della MC da cui eredita prese d’aria a sciabola sul muso sotto i fari, nuove minigonne e il posteriore ospita gli scarichi ovali, i sedili sono più sottili per far spazio a quelli posteriori.

SHELBY MUSTANG GT500



Ecco la Regina delle Muscle  Car, la Shelby Mustang GT500 e dovrà vedersela con la Camaro ZL1.
Al debutto è stato vietato ai presenti di portarla al limite dato che la GM quando presentò la Camaro ZL1 al Virginia International Raceway ebbe 3 incidenti.
Questa belva della Shelby monta un V8 5.8 lt da 662 Cv e 855 Nm ed è dotata del Launch Control, è pazzia pura, folle velocità dato che raggiunge i 325 Km/h ma non è proprio composta, è un cavallo indomabile, la Camaro ZL1 è velocissima ed ha un telaio ottimo, ma la Mustang la batte sotto ogni aspetto.

VOLKSWAGEN GOLF GTI CABRIO


Ecco la nuova VW Golf GTI Cabrio, ed è fantastica, velocità folle da GTI, un handling da favola ma con l’emozione del vento tra i capelli.
Naturalmente monta un 2.0 lt turbo benzina da 210 Cv e 280 Nm con un’erogazione morbida ma manca un sound più deciso.
Essendo una Cabrio la parte inferiore è stata irrigidita, e la Golf ha pensato ad un tetto in tela invece di un hard-top, ne beneficia la leggerezza, da chiuso non entra aria e l’isolamento acustico è ottimo.
Dentro si sta comodi, 4 adulti prendono posto sui sedili ben imbottiti, a velocità di crociera si è abbastanza isolati e coperti.

AUDI A3



Questa cari amici è la nuova Audi A3, la prima col nuovo kit modulare del Gruppo Volkswagen, l’MQB (Modular Querbankasten) sarà utilizzato pere tutte le nuove auto con motore trasversale, tranne la Up.
La Volkswagen prevede 10 milioni di auto all’anno, costruite con l’MQB, passo, carreggiata e altezza del cruscotto possono essere cambiati così da poter costruire sia le berline che i SUV, fino alle sportive.
Ma torniamo alla nuova Audi A3, le porte e i sedili sono rigidi, è più agile della vecchia A3, c’è meno sottosterzo ed è più facile comandarla, lo sterzo è servo assistito elettricamente, il confort di marcia è buono.

LOTUS EVORA GTE



È la stradale più potente della Lotus, ed è la Lotus Evora GTE con i suoi 444 Cv e 420 Nm prodotti dal motore 3.5 lt V6 che la spingono a 270 Km/h e le permettono di staccare lo 0-100 in 4,”0 s secchi.
Il V6 è potenziato dal compressore Eaton che scarica la sua coppia al posteriore ed ha il Traction Control, è comoda per essere un auto da GT2 trasportata per l’uso stradale, il differenziale posteriore tende a far allargare il posteriore in curva.
Ha nuove prese d’aria e l’anteriore ha uno splitter che la rende ancora più aggressiva, grazie anche all’alettone posteriore, i sedili sono dei Recaro alleggeriti e che avvolgono bene, c’è della fibra di carbonio in giro nell’abitacolo.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...