LAMBORGHINI EGOISTA


In occasione del 50° Anniversario, la Lamborghini oltre all'evento del "Grande Giro" (a cui Noi di RB abbiamo partecipato, andate su Youtube a vedere i video e a leggere il Nostro articolo, le foto potrete trovarle sulla Pagina Facebook) e all'Aventador LP720-4 50° Anniversario, si è regalata quest'auto Stealth, la Lamborghini Egoista.
Negl'ultimi tempi la Lambo ha creato esemplari unici, vedi l'Aventador J (un esemplare) o la Veneno (3 coupè e 9 cabrio), anche questa Egoista è una "one-off" e non verrà venduta ma rimarrà alla Lamborghini, nome più azzeccato non c'era.
Esteticamente è brutale, estrema e futuristica, si ispira ad un elicottero Apache, sotto lo scheletro superleggero di carbonio e alluminio si nasconde il 5.2 lt da 600 Cv della Lamborghini Gallardo, i fianchi devono far pensare ad un toro che carica con le corna abbassate.
Ha dei flap aerodinamici per stabilizzarla ad alta velocità, come per i caccia l'Egoista ha un sedile eiettabile, pensato per essere intercambiabile con il cockpit di un jet.

MASERATI QUATTROPORTE S Q4


Se volete portarvi a casa una GT di lusso e avete liquidità, perché non optare per la Maserati Quattroporte S Q4.
Mesi fa vi parlammo della versione GTS alimentata dal mostruoso V8 biturbo, ma la Quattroporte S si accontenta del 3.0 lt V6 biturbo.
Se pensate che non sia più una Maserati, vi sbagliate di grosso perché questo motore eroga pur sempre 409 Cv e 550 Nm di coppia che la fa scattare da 0-100 in 4",9 e la top-speed è di 283 Km/h, i sistemi d'alimentazione e quello d'aspirazione sono gli stessi della GTS.
Invece di tagliare il V8 hanno cambiato l'angolo della V da 90° a 60° perché è più adatto a gl'intervalli degli scoppi in un 6 cilindri., il risultato è un motore fluido che sale di giri facilmente e grazie ai turbo ha una buona spinta.
Il cambio è un automatico 8 marce che sale morbidamente di marcia, il confort di guida e di marcia è da limo.

FERRARI F14T


Oggi 25 Gennaio 2014 è stata presentata la nuova monoposto della Ferrari per il mondiale di F1 2014, erede della F138.
Il nome? F14T, il nome deriva dall'anno in corso e dalla presenza del turbo nel nuovo propulsore, oltretutto è stato scelto dai fan online dopo una votazione.
Ma questa monoposto Ferrari ha qualcosa di speciale, è in fase di "gestazione" da più di due anni perché la F1 del 2014 è caratterizzata da importanti rivoluzioni tecniche, un cambiamento radicale.
E' stata sviluppata dai maggiori esperti della scuderia in un nuovo edificio aziendale, il telaio presenta sospensioni anteriori e posteriori a tirante, esteticamente, per motivi di sicurezza, ha il telaio e il musetto più bassi.
L'ala posteriore ha 3 modifiche a causa del nuovo regolamento, il sistema DRS ha una corsa più ampia, una minore profondità dell'ala posteriore e la rimozione del profilo alare inferiore.
L'ala anteriore è stata ridotta per resistere alle collisioni con le altre vetture e alla barriere a bordo pista, prima l'ala copriva la superficie davanti alle ruote anteriori per massimizzare il carico aerodinamico.

ASTON MARTIN V12 VANTAGE S


La più piccola delle Aston Martin ora ha un cuore più grande ed è diventata l'Aston Martin V12 Vantage S.
A Gaydon, sede dell'Aston, hanno pensato bene di prendere il motore che è presente sulla Vanquish e sulla One-77 e di regalarlo alla baby Aston, la potenza del 6.0 lt V12 è di 573 Cv e 620 Nm di coppia che spinge queste Ruote Bollenti fino a 330 Km/h (solo la One-77 la supera) e le fa staccare lo 0-100 in 3",9 il che significa che è l'Aston Martin più veloce di sempre .
La versione S è più veloce e leggera della V12 Vantage base, esteticamente è accattivante e il tetto ha una colorazione a contrasto con la carrozzeria, posteriore e griglia anteriore sono stati ridisegnati.

ASTON MARTIN VANQUISH VOLANTE


Quest'oggi vi pariliamo della versione cabrio della rivale della Ferrari F12 Berlinetta, l'Aston Martin Vanquish Volante.
Non si allontana molto dalla Vanquish di base di cui vi abbiamo parlato tempo fa, è dotata sempre del 6.0 lt V12 da ben 573 Cv e 620 Nm di coppia che le regalano prestazioni fantastiche, grazie anche al cambio automatico a 6 marce, con uno 0-100 in 4",5 e una top-speed di ben 290 Km/h anche a tetto scoperto.
Il tettuccio, il pezzo forte, è di tela e si posiziona dietro i sedili (impiega soli 14" a ripiegarsi e fino a 50 Km/h è possibile aprirlo), senza è stupenda, una linea filante dall'anteriore al posteriore dove l'unica modifica estetica è l'alettone ridisegnato per ottenere più stabilità ad alta velocità e più equilibrio.

ASTON MARTIN CC100


Questa è l'altra Aston Martin che assieme alla Jet2+2 Bertone festeggia i 100 dell'azienda, la CC100.
E' una speedster estrema che nasconde sotto la carrozzeria di carbonio un poderoso 6.0 lt V12 da 560 Cv abbinato ad un cambio automatico a 6 marce, è veloce ed ha stile, stacca lo 0-100 in appena 4" per una top-speed di 290 Km/h e pensate che pesa solo 1300 Kg.
Il telaio di questa Aston è quello della Vantage, mentre la parte posteriore di carbonio, saldata, è della Vanquish, inoltre è dotata di un'evoluzione dell'architettura VH della casa.
La CC100 è lontana dalle Aston del passato ma la loro influenza si vede, la livrea è la Stirling Green in onore di Sir Stirling Moss.

DODGE CHALLENGER SRT8


Se pensate alla tipica Muscle Car vi verrà in mente la Dodge Challenger SRT8, rivale della Ford Mustang e della Chevy Camaro, un mostro americano da 6.4 lt V8.
Guardandola ti immagini nei film come Bullit o Hazzard, sono quei film che da piccoli ti hanno messo in testa quelle auto grandi e potenti, e queste Ruote Bollenti sono potenti perchè il 6.4 lt V8 spara 470 Cv e 537 Nm di coppia.
Noi europei siamo abituati ad altre finiture ma questa Dodge ora ha finiture migliori, sono finiture che possiamo trovare in un Opel Adam o in una Peugeot 208.

PAGANI ZONDA REVOLUCION


Ritorna la Pagani con un'altra opera d'arte ingegneristica nata dalla mente del Leonardo da Vinci argentino, Horacio Pagani, la Pagani Zonda Revolucion.
L'ennesima evoluzione della Zonda, che dal suo esordio ha sconvolto il significato di Hypercar, è la Pagani più potente di sempre e anche la più leggera, pesa 1070 Kg per una potenza di 800 Cv, più della Huayra, e una coppia di 730 Nm.
Ha un'aerodinamica rivisitata, dietro l'alettone integra il sistema DRS (Drag Reduction System) con comando manuale o automatico, il sistema l'avete già stato visto in F1 e sapete come funziona, ha freni carboceramici e il cambio è un sequenziale 6 marce.

ASTON MARTIN JET 2+2 BERTONE


Prendete un'Aston Martin Rapide e datela ad una della carrozzerie italiane più famose del mondo ed otterrete una Shooting Brake unica, la Bertone Jet 2+2 .
Ha una linea fantastica ed ha il diritto di entrare nell'Olimpo delle Shooting Brake assieme alla Ferrari FF e alla Porsche Panamera.
Negl'interni è la Rapide tranne per i dettagli in legno, personalizzati, della plancia e il baule presenta un piano di carico in legno rifinito con strisce d'alluminio antiscivolo.
Pensate che la Bertone è stata assistita dai tecnici Aston per l'elettronica perchè con tutti i sensori di cui le auto di oggi sono dotate, bisognava rimappare la centralina per non avere anomalie.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...